IL MIO BRANCO

MINU2

MINU’

Minù è il mio primo cane di piccola taglia, una femmina di meticcio. E’ arrivata nel 2003 ed è stato amore a prima vista! Tra noi due nasce un rapporto bellissimo la porto con me ovunque io vada, insieme partiamo per frequentare il corso per istruttore cinofilo; durante il corso nessuno le dava un centesimo ma subito lei ha fatto vedere chi era: la sua intelligenza e voglia di imparare ha fatto ricredere tutti! Minù è un cane equilibrato, sa socializzare con tutti i cani e mette al loro posto i cani più aggressivi o esuberanti, sa comportarsi con bambini e adulti, è una bravissima cacciatrice di lucertole e topolini, insomma è il cane che tutti vorrebbero avere! Chi la conosce la adora e come avrete capito io sono pazza di lei! Lei è mia sorella, la mia amica e la mia collega nel lavoro!!

ZOE

Un giorno ricevo una telefonata dal mio insegnante Luca Rossi: “Vorresti un cucciolo della mia Estrid?” E io:”Ma sì dai sono pronta per prendere un secondo cane” Ed è arrivata Zoe il mio border collie. Zoe significa vita e non potevo scegliere nome più adatto!! Da subito si è fatta conoscere per quella che è: una pazza! Certo un po’ scherzo (un po’ pazza lo è) ma è anche un cane con delle capacità di apprendimento fenomenali! Ho iniziato col solito addestramento di obbedienza di base ma vedevo che a lei non bastava, vedevo il fuoco nei suoi occhi e allora ho provato a fare un po’ di agility e da qui è iniziata una grande passione per questo sport cinofilo sia per me che per lei. In questa disciplina può dar sfogo a quel fuoco che ha dentro! E’ velocissima e ogni tanto quando andiamo a fare le gare riusciamo a vincere! Quando facciamo agility siamo una cosa sola e riesce sempre ad emozionarmi. Per un certo verso Zoe mi ha insegnato molto sul linguaggio del corpo e infatti tra noi comunichiamo con quello e con lo sguardo. Zoe ha due personalità: quella del cane che lavora e che non sta ferma un attimo e propone sempre qualcosa da fare, e quella del cane da compagnia calmo, dolcissimo e coccolone. Non smette mai di stupirmi e io l’adoro per questo! ZOE3

CESARE

Cesare è un Jack russell terrier ed è arrivato a casa nel 2009, è stato adottato che aveva 9 mesi e diciamo che il primo periodo è stato un po’ duro: sì perché da buon terrier era testardo, furbo, un po’ aggressivo quando veniva contrariato, ma con me ha trovato pane per i suoi denti e con un buon addestramento e delle regole abbiamo raggiunto un bel equilibrio. E’ un cane molto coccolone, socievole con cani, bambini e adulti, un grande cacciatore di topolini e simpaticissimo in tutto quello che fa! La sua grande intelligenza se incanalata bene lo porta a fare grandi cose quando si tratta di lavorare. Adora giocare con Zoe e infatti sono diventati inseparabili.

TEKILA

Tekila è un bel cagnolone un incrocio tra labrador e boxer; non è proprio il mio cane, è di mio marito e quindi è diventato il mio cane adottivo dal 2009. Non so se per lui sono stata la sua salvezza o la sua disgrazia! Quando l’ho conosciuto era un vero spirito libero, senza regole, faceva quello che voleva e con il mio arrivo ha dovuto imparare a vivere con altri cani, a seguire delle regole, a non dormire più sul letto e per questo mi chiedo se sono stata la sua disgrazia o salvezza! Certo adesso sembra felice e certe volte mi sembra di capire dai suoi sguardi che sono stata la sua salvezza…..Purtoppo Tekila ci ha lasciati a ottobre 2015 all’età di 14 anni…un grande dolore e una grande mancanza nel branco…

PUZZI

Puzzi è un segugio istriano, arrivata da me per tenerla un certo periodo in stallo. Cane da caccia che ha paura degli spari e terrorizzata dagli uomini, ha paura di stare in spazi troppo stretti (persino in casa all’inizio), adora i bambini e con i suoi simili si rapporta benissimo. E alla fine ho pensato : ma chi potrebbe adottare un cane così problematico con tanto bisogno di essere rieducata? Non ho trovato nessun padrone adatto a lei se non io…e con quei suoi occhi non potevo tradirla! Adesso lei sta con noi e anche se ancora non abbiamo iniziato a fare nessuna attività cinofila a me non importa, l’ho salvata e lei mi ringrazia ogni giorno. Ah dimenticavo il nome ha sempre il suo perché…puzzi il diminutivo di puzzona…ama rotolarsi in tutte le cacche che trova e puzza sempre!!!

IDDA

Idda è il mio secondo border collie e come tutti i miei cani è arrivata per caso! Lei ,ancora cucciola, veniva tenuta legata alla catena in mezzo ai maiali, delle anime buone vedendo la situazione sono riusciti a salvarla e tramite conoscenze in comune mi è arrivata la sua storia…il finale lo sapete già… La sua preparazione in agility procede con alti e bassi a causa del suo carattere molto forte, ha un’intelligenza come pochi ma anche molta testardaggine, devo solo trovare la giusta combinazione e sono sicura che mi darà grandi soddisfazioni! Il perché del suo nome? LEI in dialetto gallurese si dice IDDA… idda